Molti fenomeni naturali estremi (tempeste di pioggia e vento, periodi di prolungata siccità, terremoti, ecc.) possono generare disastri che, in maniera impropria, vengono a loro volta definiti spesso naturali, e in buona parte imprevedibili. Ma è davvero così? E come possiamo allora ridurre il rischio di catastrofi, più o meno annunciate, limitando i danni alle persone e alle cose? Il seminario vuole rispondere a queste basilari domande, descrivendo come la scienza del rischio affronta oggi le crescenti sfide in tal senso, legate anche e in particolare ai cambiamenti climatici.Flavio Stimilli – Ricercatore REDI - 2022 - 821_61eff7b4ce5cd

La scienza del rischio tra disastri in-naturali e (im)prevedibili catastrofi

La scienza del rischio tra disastri in-naturali e (im)prevedibili catastrofi

Stefano Longo Photo
Stefano Longo
1 mese
1 Visualizzazioni
0 0
Categoria:
Descrizione:
Molti fenomeni naturali estremi (tempeste di pioggia e vento, periodi di prolungata siccità, terremoti, ecc.) possono generare disastri che, in maniera impropria, vengono a loro volta definiti spesso naturali, e in buona parte imprevedibili. Ma è davvero così? E come possiamo allora ridurre il rischio di catastrofi, più o meno annunciate, limitando i danni alle persone e alle cose? Il seminario vuole rispondere a queste basilari domande, descrivendo come la scienza del rischio affronta oggi le crescenti sfide in tal senso, legate anche e in particolare ai cambiamenti climatici.

Flavio Stimilli – Ricercatore REDI

Commenti:

Commento
Avanti ​​prossimo Riproduzione automatica