Negli ultimi anni le lenti gravitazionali sono diventate uno strumento irrinunciabile per lo studio del cosmo. Agendo come enormi telescopi naturali, ci permettono di osservare i primi oggetti che si sono formati dopo il Big Bang e di mappare accuratamente la distribuzione spaziale della materia nell'Universo. Tra le varie applicazioni vedremo come, utilizzando le lenti gravitazionali, si possano studiare le proprietà fisiche, ad oggi ancora ignote, della Materia Oscura che costituisce circa 85% della massa dell’Universo.Pietro Bergamini è dottore di ricerca in Astronomia, titolo conseguito presso l'Università di Padova. Attualmente sta svolgendo un PostDoc presso l'Istituto Nazionale di Astrofisica con sede a Bologna ed il suo principale campo di interesse è lo studio della materia oscura tramite le lenti gravitazionali. - Pomeriggi di Scienza 2020 - online edition - 418_61eff7b4ce5cd

Pomeriggi di Scienza 2020 - Le lenti gravitazionali - P.Bergamini

Pomeriggi di Scienza 2020 - Le lenti gravitazionali - P.Bergamini

Stefano Longo Photo
Stefano Longo
3 mesi
2 Visualizzazioni
0 0
Categoria:
Descrizione:

Negli ultimi anni le lenti gravitazionali sono diventate uno strumento irrinunciabile per lo studio del cosmo. Agendo come enormi telescopi naturali, ci permettono di osservare i primi oggetti che si sono formati dopo il Big Bang e di mappare accuratamente la distribuzione spaziale della materia nell'Universo. Tra le varie applicazioni vedremo come, utilizzando le lenti gravitazionali, si possano studiare le proprietà fisiche, ad oggi ancora ignote, della Materia Oscura che costituisce circa 85% della massa dell’Universo.


Pietro Bergamini è dottore di ricerca in Astronomia, titolo conseguito presso l'Università di Padova. Attualmente sta svolgendo un PostDoc presso l'Istituto Nazionale di Astrofisica con sede a Bologna ed il suo principale campo di interesse è lo studio della materia oscura tramite le lenti gravitazionali.

Commenti:

Commento
Avanti ​​prossimo Riproduzione automatica