AbstractLa relatività ristretta postula l'esistenza di una velocità limite, data dalla velocità della luce nel vuoto. Questa assunzione, che può essere sottoposta a verifiche sperimentali dirette, comporta che la dinamica ad alte velocità sia del tutto diversa da quella newtoniana, e ha come conseguenza una profonda revisione dei concetti di massa e di energia. Confronteremo le leggi relativistiche e le leggi classiche, e vedremo come la relatività apra la strada alla moderna visione del mondo fisico.Vincenzo Barone è ordinario di Fisica teorica presso l’Università del Piemonte Orientale. La sua ricerca riguarda la fenomenologia delle particelle elementari e, in particolare, le interazioni forti. Ha organizzato numerose conferenze e scuole internazionali nel campo della fisica delle alte energie e della fisica adronica. È referee per alcune riviste internazionali di fisica. È autore di numerose pubblicazioni specialistiche, di monografie scientifiche e di un trattato di relatività (Relatività. Princìpi e applicazioni, Bollati Boringhieri). Fa parte del comitato scientifico di “Asimmetrie”, rivista dell’INFN, e collabora con il supplemento domenicale del “Sole-24 Ore”. Si occupa attivamente di comunicazione della scienza. - Researchers @Home 2021 - 400_61eff7b4ce5cd

La relatività ristretta - Vincenzo Barone

La relatività ristretta - Vincenzo Barone

Stefano Longo Photo
Stefano Longo
3 mesi
4 Visualizzazioni
0 0
Categoria:
Descrizione:
Abstract
La relatività ristretta postula l'esistenza di una velocità limite, data dalla velocità della luce nel vuoto. Questa assunzione, che può essere sottoposta a verifiche sperimentali dirette, comporta che la dinamica ad alte velocità sia del tutto diversa da quella newtoniana, e ha come conseguenza una profonda revisione dei concetti di massa e di energia. Confronteremo le leggi relativistiche e le leggi classiche, e vedremo come la relatività apra la strada alla moderna visione del mondo fisico.


Vincenzo Barone è ordinario di Fisica teorica presso l’Università del Piemonte Orientale. La sua ricerca riguarda la fenomenologia delle particelle elementari e, in particolare, le interazioni forti. Ha organizzato numerose conferenze e scuole internazionali nel campo della fisica delle alte energie e della fisica adronica. È referee per alcune riviste internazionali di fisica. È autore di numerose pubblicazioni specialistiche, di monografie scientifiche e di un trattato di relatività ("Relatività. Princìpi e applicazioni", Bollati Boringhieri). Fa parte del comitato scientifico di “Asimmetrie”, rivista dell’INFN, e collabora con il supplemento domenicale del “Sole-24 Ore”. Si occupa attivamente di comunicazione della scienza.

Commenti:

Commento
Avanti ​​prossimo Riproduzione automatica